© Enfants de Medjugorje 2017

Questo testo può essere divulgato a due condizioni: 1) non cambiare alcuna parola del testo, 2) citare l’origine "Enfants de Medjugorje" assieme al nostro sito in francesewww.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com

 

Les Enfants de Medjugorje 2017

 

Medjugorje, il 14 settembre 2017

Festa della esaltazione Cella croce

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria!

1 - Il 2 settembre 2017, Mirjana ha ricevuto la sua apparizione mensile alla Croce blu alla presenza di una grande folla . Dopo l’apparizione, Mirjana ci ha trasmesso questo messaggio che Maria ci indirizza:


 

“Cari figli, chi meglio di me potrebbe parlarvi dell’amore e del dolore di mio Figlio? Ho vissuto con Lui, ho sopportato con lui, vivendo la vita terrena, ho provato dolore perché fui madre. Mio Figlio ha amato i pensieri e le opere del Padre Celeste, il Dio vero, e come mi diceva è venuto a redimervi. Io ho nascosto il mio dolore con l’amore. Ma voi, figli miei, avete numerose domande, non comprendete il dolore. Non comprendete che tramite l’Amore di Dio dovete accettare il dolore e sopportarlo. Tutte le persone lo proveranno in misura minore o maggiore, ma affrontato con la pace nel cuore e in stato di grazia c’è speranza. Questo è mio Figlio, Dio, nato da Dio. Le sue parole sono seme di vita eterna e seminate nelle anime buone portano molto frutto. Mio Figlio ha sopportato il dolore perché ha preso su di sé i vostri peccati. Perciò voi, figli miei, apostoli del mio amore, voi che sopportate, sappiate che il vostro dolore diventerà luce e gloria. Figli miei, mentre sopportate il dolore, mentre soffrite il Cielo entra in voi, e voi, a tutti coloro che vi circondano date un po’ di Cielo e molta speranza. Vi ringrazio.”

Potete vedere l’apparizione sul : https://m.youtube.com/watch?feature=youtu.be&v=fjcyyJOUgg


 

2. Strane manifestazioni!  Durante l’apparizione del 2 settembre, siamo stati testimoni ancora una volta di un fenomeno abbastanza ordinario. Ma quel giorno è avvenuto con una ampiezza che non avevo mai visto. Molte persone si sono messe a urlare delle bestemmie ed a vociferare come delle bestie appena la Madonna è apparsa. Il fenomeno è durato un certo tempo, poi si è affievolito poco a poco. Quando delle persone tormentate dai demoni si trovano alla presenza della Vergine, i demoni si manifestano talvolta così. Un sacerdote presente mi ha confidato alla fine dell’apparizione che aveva percepito nella sua anima l’arrivo della Vergine e della nuvoletta luminosa sulla quale è posata. La nuvoletta discendeva poco a poco e ricacciava i demoni verso l’abisso, cosa che scatenava la loro rivolta, e li faceva lottare anche fra di loro. Questo sacerdote fa parte di un gruppetto che lavora ogni settimana con un esorcista ed ha questo dono di vedere nel suo spirito quello che avviene nell’invisibile. Questi fenomeni non sono delle novità, il Vangelo ce ne racconta un certo numero. Ma oggi, con le nefaste pratiche che si moltiplicano ed i gravi peccati che vengono commessi, molte persone aprono le loro porte a Satana ed ai suoi angeli nella più grande incoscienza. Preghiamo dunque molto la Beata Vergine, perché Ella è stata scelta da Dio per schiacciare la testa del serpente. Lei è la più potente esorcista dopo Gesù! La preghiera del Rosario è un’arma molto potente contro le forze del male. 

Un esorcista della diocesi di Milano, don Ambrogio Villa ha testimoniato di una parola detta da Satana durante un recente esorcismo. Intimato di rispondere alle domande del sacerdote, Satana ha dichiarato:”Per noi (demoni), Medjugorje è il nostro inferno sulla terra!” (vedi PS1) . Come meravigliarsi? Vista l’intensità della preghiera che accompagna le apparizioni quotidiane della Vergine, viste le serate di adorazione seguite da migliaia di persone, viste le tantissime sincere confessioni, conversioni e riconciliazioni, non c’è da meravigliarsi che il nemico del genere umano si senta male. Ma attenzione! Lui fa di tutto per opporsi ai piani delle Vergine e per distruggerli, per questo la nostra Madre del cielo conta su di noi più che mai. Lei ci ha chiesto ancora una volta questo mese di settembre alla Croce blu, durante una apparizione ad Ivan, di pregare per i suoi piani su Medjugorje e per i suoi progetti. “Ho bisogno delle vostre preghiere per aiutare il mondo” ci ha detto sin dall’inizio delle apparizioni. Non la deludiamo, perché molte delle cose che succederanno dipende dalle nostre preghiere e dai nostri digiuni! Dalla nostra buona volontà a vivere i suoi messaggi o ad ignorarli.


 

3. Con chi soffrite? La Vergine ci ha dato un messaggio straordinario! Provo a spiegarmi. Quando ci piomba addosso una sofferenza, subiamo una ferita, e questa ferita di rende molto vulnerabili e sensibili. Contentissimo di vederci così vulnerabili, Satana ne approfitta e tenta di infettare questa ferita aperta iniettando i suoi veleni, i suoi disegni. Suggerirà alla nostra coscienza sottili suggerimenti perversi, utilizzando la debolezza della nostra natura corrotta dal peccato. Ci farà credere che questi suggerimenti provengono dal nostro intimo. Per esempio la disperazione “dopo tutto ciò che hai già sofferto, sicuramente non potrai sopportare questa nuova batosta, tanto vale suicidarsi!” . Oppure il dubbio sull’amore di Dio:”Tu credi che Dio ti ami? Per niente!  Guarda ciò che ti manda! Lascia perdere la Messa e le preghiere, è tempo perso, Dio non sa che farsene!” Oppure la rivolta : “Perché a me? Perché Dio mi ha rubato il marito ancora giovane, mentre la mia vicina atea ha ancora il suo? Che ingiustizia! Oppure l’amarezza:”Bene, adesso è finita, mi fermo, mi chiudo in me stessa, che mi lascino stare, la mia vita non ha più alcun senso. Oppure l’odio :”Quella persona che ti ha fatto tanto male, devi odiarla e vendicarti in ogni maniera! Dovrà pagare quello che ha fatto, a sangue! Oppure il senso di colpa:”Se questa tegola mi è caduta in testa, me la meritavo! E’ una punizione perché sono malvagio”.


 

La lista sarebbe lunga… dobbiamo assolutamente evitare di ascoltare questi suggerimenti, anche se invadono la nostra coscienza con violenza. Satana fa sempre molto rumore. Se lo ascoltiamo, soffriamo ancora di più, e non siamo più nella pace. Come fare discernimento? Paragonando questi suggerimenti con le parole di Gesù nel Vangelo. Gesù direbbe forse “devi vendicarti? Oppure devi odiare? Devi richiuderti in tè stesso? Suicidarti? Dubitare dell’amore del Padre?” Certamente no! Allora è necessario interrompere la connessione e dire a Gesù “Gesù non voglio questi pensieri, non sono i miei, io sto con Te!” In quel momento, Gesù stesso si avvicina alla nostra ferita, ma in maniera completamente diversa. Nel profondo silenzio del nostro cuore mormora “Non aver paura! Sono con te! La tua sofferenza è anche la mia. Guarda le mie mani, i miei piedi, il mio costato… anche io ho sofferto. Insieme, tu ed Io, ce la faremo…” Poi Gesù ci domanda un favore: “Dammi la tua ferita! Offrimi la tua sofferenza!” Se offriamo la nostra sofferenza a Gesù, Lui le riceve con gratitudine, e cosa ne fa?  Le spalma sulle Sue piaghe e le fa sue! Ma cosa ne è uscito dalle piaghe di Cristo? L’amarezza, l’odio, la disperazione? Certamente  no! Dalle sue piaghe sono fuoriuscite la guarigione, la consolazione, la pace, il perdono, tutte le grazie ed addirittura i sacramenti. La Sua sofferenza è redentrice. “Per le Sue piaghe siamo stati guariti” dice San Paolo. Al punto che se le nostre sofferenze sono unite alle Sue, esse divengono co-redentrici , e noi partecipiamo all’opera della Redenzione realizzata dal Cristo. Non c’è che un Redentore, il Cristo, ma nascondendo le nostre sofferenze nelle piaghe di Cristo, noi lo aiutiamo a estendere la grazia della salvezza più lontano ancora! Attraverso il Battesimo, siamo veramente il corpo di Cristo. “completo nella mia carne ciò che manca alla Passione di Cristo per il suo corpo che è la Chiesa”, dice San Paolo (Col.1,24). Diventiamo allora dei co-redentori, come Maria è co-redentrice. (Vedi PS 2). 

E’ allora che siamo riempiti di gioia, non per amore della sofferenza (cosa che sarebbe cosa perversa), ma per amore del Cristo e dei frutti di salvezza ottenuti dalla nostra offerta. E’ la profonda intimità d’amore con il Cristo e la nostra collaborazione alla sua opera che procurano la più grande gioia all’anima. Tutte le gioie del mondo sono nulla in confronto a questa gioia! Perché allora, veramente “il cielo entra in noi!” 

“Apostoli del mio amore, voi che soffrite, sappiate che il vostro dolore diventerà luce e gloria. Figli miei, mentre sopportate il dolore, mentre soffrite, il cielo entra in voi, e voi date un po’ di cielo e molta speranza a tutti coloro che vi circondano”. Eccola quindi la vera domanda: quando soffro, quale voce sceglierò di ascoltare? Soffrirò con il Maligno che mi vuol distruggere, oppure con Gesù che mi vuol salvare? 


 

4. L’8 settembre, per la Natività di Maria, Ivan ha ricevuto una apparizione alla Croce blu e Maria ci ha invitato di nuovo a pregare per le famiglie, per i giovani e per la santità nelle famiglie. “I miei figli se ne sono andati. Si sono allontanati da mio Figlio Gesù. Pregate, cari figli! Sappiate che io prego e intercedo per ciascuno di voi davanti a mio Figlio…”


 

5. In questo mese, poco prima della festa di Padre Pio, comincerò i miei 70 anni. In questa occasione, ringrazio il Creatore per il dono della vita, per avermi chiamato a consacrarmi a lui. Lo Sposo che mi ha donato è tutta la mia gioia. Gli chiedo di potervi servire ancora a lungo, se questa è la sua volontà. Posso chiedervi un bellissimo regalo per il mio compleanno? Domandate ad un sacerdote di celebrare una Messa perché tutto il piano di Maria si compia. Che il suo sogno possa realtà: che Medjugorje ritrovi il fervore dei primi giorni! GRAZIE di tutto cuore.


 

6. La prossima diretta (in francese) sarà il 3 ottobre. La diretta del 3 settembre verrà ritrasmessa sul sito seguente:http://www.enfantsdemedjugorje.fr/retransmission-du-direct-du-3-septembre-2017


 

Cara Gospa, grazie di rivelarci un po’ il tuo segreto sulla sofferenza. Sì, i tuoi figli soffrono. Vieni tu stessa a raccogliere le nostre lacrime e ad offrirle a tuo Figlio Gesù! Consolaci e fortificaci nel combattimento. Rimani con noi accanto a coloro che soffrono. Rendici angeli di consolazione e di pace! 

Suor Emmanuel +

Tradotto dal francese


 

Nota bene : Preghiamo per i sinistrati delle Florida! Ricordiamoci del fondamentale messaggio dato sovente dalla Gospa:” Solamente con il digiuno e la preghiera si possono: 1 – Impedire le guerre, 2- Far cessare le guerre, 3 – Sospendere le leggi della natura! (Tsunami, valanghe, terremoti, inondazioni…) VIVETE i miei messaggi, dice la Vergine. “Con il digiuno e la preghiera potete ottenere tutto”

PS1. La testimonianza si trova su : https://youtu.be/1G8LICK1B_c

PS2. Dal 1945 al 1959, la Vergine è apparsa in Amsterdam, a Ida Peerdeman. Ha chiesto che la Chiesa proclami un triplo dogma, che Lei sia onorata come Mediatrice, Co redentrice e Avvocata.

PS3. La salute di Vicka è un po’ migliorata, grazie per le vostre preghiere! E’ possibile che riprenda i suoi incontri con i pellegrini entro un mese. Lo speriamo vivamente!

PS4. Le nostre prossime missioni, i cui frutti dipenderanno molto dalle vostre intercessioni: 12 città in Spagna dal 15 al 26 settembre. L’Italia in ottobre (Torino, Genova, Milano e Roma). L’Argentina, l’Uruguay ed il Cile in novembre. I dettagli sono dati nelle lingue interessate. 

PS5. Il Padre René Laurentin, che ha molto operato per Medjugorje, è tornato alla casa del Padre il 12 settembre, aveva 99 anni. 

PS6. Vivete un pellegrinaggio virtuale! Non potete venire a Medjugorje? Medjugorje viene a voi! Sul sito www.IMedj.net ricevete le grazie particolari degli 11 luoghi importanti di Medjugorje! A casa vostra, pregate il rosario sulla Collina delle Apparizioni con Suor Emmanuel! Vi aspetta sul sito :http://imedj.net/index.php/2016/02/29/chapelet-les-mysteres-douloureux-sur-la-colline/

PS7. La Vergine apprezza molto le vostre lettere! Cogliete l’occasione, scrivetele a “Reine de la Paqix”, BP2157, F-06103 Nice cedex, Francia. Faremo avere la vostra lettera ad un veggente, e Maria S antissima vi risponderà nella preghiera.